Divario digitale, Internet e umanesimo da cartoleria

Divario digitale, Internet e umanesimo da cartoleria

Vale la pena essere connessi? A questo proposito la penso esattamente come Massimo Mantellini, essendo appunto io un’umanista da cartoleria. “Vale la pena essere connessi? (…) e se anche non fosse per ragioni economiche, che ai nostri occhi di umanisti da cartoleria suonano così . . .
 > leggi

App per bambini: Elastico e il Viaggio di Ulisse

App per bambini: Elastico e il Viaggio di Ulisse

Una brutta app svilisce un oggetto potenzialmente meraviglioso. Una app brutta o sciatta è un insulto al progresso, alla tecnologia e all’intelligenza, oltre che una truffa, un modo squallido per far soldi sfruttando il trend del momento. L’iPad è un meraviglioso contenitore ed esercita, . . .
 > leggi

Debito d’ossigeno

Debito d’ossigeno

Giovanni Calamari è un regista di talento. I suoi documentari sono delle perle: sono piccoli capolavori, premiati in molti festival, che non hanno ancora la visilità che meritano. Sono storie raccontate con un’intensità rara, con una poesia e un’empatia a cui io non so resistere. Giovanni . . .
 > leggi

Splinderama

Splinderama

  Una volta mi hanno chiesto di scrivere una poesia, ed è stato panico. Un conto è scrivere una poesia che hai lì sulla punta delle dita, che è urgente, che è per te e quindi vien fuori da sola, altro conto è scrivere una poesia a comando, per un fine molto diverso. Avrei potuto dire no, . . .
 > leggi

Dialogo dei massimi sistemi

Dialogo dei massimi sistemi

“Ma sopra tutte le invenzioni stupende, qual eminenza di mente fu quella di colui che s’immaginò di trovar modo di comunicare i suoi più reconditi pensieri a qualsivoglia altra persona, benché distante per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo? Parlare con quelli che son nelle Indie, . . .
 > leggi

Steve Jobs è morto. Stay hungry, stay foolish

Steve Jobs è morto. Stay hungry, stay foolish

“Nessuno vuole morire. Anche le persone che vogliono andare in paradiso, in realtà non vogliono morire per andarci. Ma la morte è la destinazione ultima che tutti abbiamo in comune. Nessuno gli è mai sfuggito. Ed è così come deve essere, perché la morte è con tutta probabilità la più . . .
 > leggi

Il futuro, dentro e fuori Google+

Il futuro, dentro e fuori Google+

Sto frequentando posti nuovi, dentro e fuori la rete: Google+ e un nuovo posto di lavoro. Parole chiave: attenzione, persone nuove, cerchie, community, serendipity. Di Google+ hanno parlato in molti, e le posizioni per ora sono molto diverse: dagli entusiasti che vedono vicina la fine di Facebook, . . .
 > leggi

Noi, i nostri figli e la rete

Noi, i nostri figli e la rete

Ieri ero qui al primo aperitivo di Vodafone Time per la presentazione di In Famiglia, a raccontare di come i miei figli, e io, viviamo la tecnologia. Delle opportunità, delle differenze, delle paure. Il tema del rapporto tra noi, i nostri figli e la tecnologia a me sta molto a cuore. Perchè la tecnologia . . .
 > leggi

Per colpa di Facebook

Per colpa di Facebook

Questi i primi 10 risultati che Google restituisce se cerco “Per colpa di FaceBook”. Non li commento. Di demonizzazione, superficialità, assenza di cultura digitale ho già scritto.  Lancio una sfida: quali sono le altre colpe di FaceBook?
 > leggi

Talento: from me to you

Talento: from me to you

La gif animata è vecchia e snobbata. Eppure queste foto sanno di magia. Perchè Jamie Beck ha talento. E io mi sono innamorata del suo fotoblog retrò, personale, chic: From me to you. Tornateci solo quando avete 10 minuti da dedicarle. Ma tornateci. Short URL for this post: http://tumblr.com/x8n2sgwv6p Take . . .
 > leggi