Debito d’ossigeno

Giovanni Calamari è un regista di talento. I suoi documentari sono delle perle: sono piccoli capolavori, premiati in molti festival, che non hanno ancora la visilità che meritano.

Sono storie raccontate con un’intensità rara, con una poesia e un’empatia a cui io non so resistere. Giovanni ha la capacità di immergersi nelle storie che racconta, questo lo so perchè di Debito D’Ossigeno anni fa ho seguito la genesi, ma poi cerca (e trova) la “giusta distanza”.

Debito d’Ossigeno è la storia di persone che si trovano all’improvviso, e totalmente impreparate, a fare i conti con la perdita del lavoro e dell’equilibrio, con la precarietà, con la paura, con la povertà, con la definizione della propria identità. Più attuale oggi, purtroppo, di quando è stato realizzato (2009).

“Ho raccontato che cosa accade quando una famiglia italiana del ceto medio perde il lavoro in piena crisi economica, ho raccontato come sopravvive una ragazza madre che cerca di crescere suo figlio saltando da un lavoro precario ad un altro. Ho raccontato la fatica quotidiana di queste persone, la loro solitudine tra incertezze, rabbia e desiderio di cambiare le loro vite.”

Il film ora è online free in versione integrale. A questo che serve la rete: a dare visibilità a ciò che merita. Eccolo.

Comments
Una risposta to “Debito d’ossigeno”
  1. Anna ha detto:

    E’ sempre piaciuto molto anche a me!

Lascia un commento