Big Fish

“Ci sono dei pesci che nessuno riesce a catturare”

Papá era così: difficile da catturare.
Era un pesce molto grosso… troppo per noi. Troppo grosso da catturare. Da inseguire. Da comprendere. Da perdonare…
Papà era malato, ma non è stato il tumore a portarcelo via. L’abbiamo perso molto tempo fa per via di quella sua inquietudine, un’inquietudine che conosco troppo bene. Era un maicontento,  come me.

Papá raccontava storie. Le raccontava a tutti, ad ognuno una storia diversa.
Se fosse stato al suo funerale l’altro giorno, non avrebbe detto una parola, e per togliersi dall’imbarazzo, come sempre, avrebbe cercato una cucina, e avremmo fatto tutti una mangiata memorabile.
Come quella volta che dopo anni di silenzio è arrivato e si è messo a preparare i flan al cioccolato.

Flan al cioccolato

200g di cioccolato fondente

200g di burro

160g di zucchero

40g di farina

4 uova

Sciogliere a bagnomaria burro e cioccolato. Incorporare lo zucchero e la farina e amalgamare bene. Aggiungere le 4 uova, amalgamare. Imburrare e infarinare 8 stampi di alluminio. Coprirli e riporli in freezer per almeno 2 ore.

Dal freezer al forno ventilato a 200g per 8 minuti (12 nel mio forno). Il cuore deve rimanere cremoso.

Questo era il suo modo di accudirci e di dire quello che non era capace di dire: cucinava per noi.
Cucinava e raccontava storie. E in entrambe le cose aveva talento e fantasia.
A ognuno di noi, a ognuna delle persone che gli hanno voluto bene, il compito di custodire la storia che aveva voluto cucinare per lui.

“A furia di raccontare le sue storie, un uomo diventa quelle storie. Esse continuano a vivere dopo di lui, e così egli diventa immortale”.
Ciao  Papá.

Comments
3 Risposte to “Big Fish”
  1. Lanna ha detto:

    Io l’ho incontrato solo una volta (ti ricordi…al Salone del Mobile, quando ci ha offerto un brunch memorabile?), ma me lo ricordo esattamente cosi’…ci ho pensato spesso in questi giorni…chissa’ perche’…forse xche’ e’ un po’ come te 🙂

  2. carmela ha detto:

    Ciao!!!!!!! ti faccio e miei complimenti x tutto !!!!! lui era così….esattamente così, come ti ho già detto il giorno del funerale. Appena si accorgeva che qualcuno voleva catturarlo…(sai cosa intendo)…lui sfuggiva inventandosi una storia. Devo dirti che a modo suo (non nostro), ha voluto bene!!!! alle persone a lui care. Peccato!!!!! poteva fare una vita meno inquieta, ma….non era la sua. Pazienza!!!!!!! Ormai ha ricevuto il ns. perdono e quello di Dio, posso solo dirti che di te in particolare era orgoglioso!!! anche se eri una rompipalle….xkè forse cercavi di catturarlo. un abbraccio forte

Lascia un commento